L’album

Nel settembre 2016 è uscito il primo album del gruppo: “L’essere e l’auriga“. L’album è stato realizzato privatamente con mini-LP e custodia apribile. Le tracce del disco sono nove:

  1. Colori di Noi – 7.19 min
  2. Espectadores 1 – 5.07 min
  3. La Peste – 5.33 min
  4. Dialogo – 6.20 min
  5. In Bici nel Parco – 5.55 min
  6. Dasein – 7.59 min
  7. Tu – 3.59 min
  8. Espectadores 2 – 4.24 min
  9. Città oceano – 8.54 min

Giacomo Urbanelli ha rilasciato questa riflessione che rende bene l’idea della struttura generale dell’album:

“Dal prog rock alla nostra attuale forma di soul rock eclettico il passo non é stato breve. Siamo passati dalla fantasia rutilante e irrefrenabile del prog a una musica attenta all’omogeneità stilistica di ogni brano. L’ecletticità rimane nella diversità di un pezzo dall’altro. Gli spunti neobarocchi di “Città Oceano” e “In Bici nel Parco” sono una delle nostre cifre. In tutti i brani é inoltre presente l’elemento soul, declinato in modi diversi.”

Di seguito alcune riflessioni sui brani dell’album sempre del tastierista Giacomo.

COLORI DI NOI
Gli aspetti nascosti dell’amore, che lo rendono potente e a volte misterioso, si rivelano a volte con emozioni che corrispondono ai più vari colori della natura.

ESPECTADORES 1-2
Non sono solo gli input mediatici che ci piovono addosso a farci dire (50 anni dopo Satisfaction): “Nos somos espectadores”. Ci sono anche aspetti e problemi della vita di ognuno a cui non sempre sappiamo dare risposta.

LA PESTE
Ci sono periodi in cui gli umani precipitano, quasi fatalmente, uno dopo l’altro, in un baratro che trascina indietro le lancette della storia intesa come progresso. Poi la tempesta passa. Forse.

DIALOGO
É il rovescio della medaglia di “Colori di noi”. Il rapporto di coppia diventa luogo di discarica-riciclo di problemi caratteriali.
Si potrebbe dire che è utile saper gestire anche il lato oscuro della mente. Altrimenti (e lo vediamo tutti i giorni) la tragedia è a un passo.

IN BICI NEL PARCO
Una “pedalata” neo-barocca che allude al sogno di perdersi in un idillio naturale. Per sempre.

DASEIN
La vita è bella. OK. Ce ne siamo convinti (un po’ per forza). Se, però, mi è stata offerta una Ferrari mentre io preferivo andare a piedi? Sono costretto a fare lo “sborone”.
Il “problema dei problemi” sta nel dualismo tra essere ed esistere. L’uno é eterno. L’altro continua a finire. In eterno.

TU
Amore e follia. Malattia del sentimento. Lo spirito che svanisce perché la mente non riesce più a entrare nella realtà del mondo.

CITTÀ OCEANO
La solita città che conosco. Poi, d’improvviso, i tuoi occhi la trasformano dentro di me.


L’album è acquistabile solamente scrivendo sulla pagina Facebook del gruppo.

Nel dicembre 2016 è stato rilasciato il video del singolo “Tu“.

E’ stato realizzato anche il videoclip del singolo “La Peste“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *